Consigli di stile per arredare il soggiorno e renderlo funzionale

Il soggiorno è una delle stanze più importanti della casa, quella in cui si trascorre la maggior parte del tempo libero, si ricevono amici e familiari ma ci si rilassa anche guardando un film, leggendo un buon libro oppure chiacchierando con il proprio partner. Per questo motivo, affinché possa essere sempre confortevole, occorre arredarlo nel modo giusto. Come fare? Ecco qualche consiglio utile.

Quali elementi prendere in considerazione per arredare il soggiorno

Un elemento fondamentale da tenere sempre a mente quando si arreda il salotto è lo spazio che si ha a disposizione. Il consiglio è quello di tenere una piantina del soggiorno sempre a portata di mano perché la tentazione di acquistare arredi belli ma poco funzionali per lo spazio di cui si dispone è forte ma renderebbe invivibile la stanza. Fra gli espedienti che si possono utilizzare per dare una sensazione di spazio più ampio, c’è sicuramente l’uso sapiente delle tende: se i soffitti non sono troppo alti sembreranno subito più spaziosi con il montaggio di tende che arrivano fino a 10 cm dal soffitto e toccano il pavimento. Anche i tappeti possono servire per delineare in modo molto naturale gli spazi di fatto separando l’angolo lettura, la zona pranzo e l’area relax. I tappeti possono essere utili pure se i bambini hanno il permesso di giocare in soggiorno: proteggono le pavimentazioni più delicate

Colori e tonalità per arredare il soggiorno

Il colore è un elemento molto importante da mettere a fuoco quando si tratta di arredare il soggiorno, perché è proprio con le scelte delle tonalità principali e di quelle complementari che si delinea lo stile della stanza. Ovviamente il gusto personale deve essere una grande fonte di ispirazione visto che il soggiorno è una stanza che vivrà soprattutto il proprietario di casa. Ci sono poi alcuni piccoli trucchi che possono far sembrare la stanza più grande. Se lo spazio è particolarmente piccolo, l’uso di tonalità chiare darà sicuramente una sensazione di maggiore luminosità e grandezza, al contrario dei colori più scuri che renderebbero la stanza angusta. Va ricordato che le tonalità chiare rappresentano una sorta di jolly: vanno bene in qualsiasi situazione. In particolare se si tratta del bianco, del beige o di quella tonalità che tende al grigio molto chiaro. Se le pareti e gli arredi principali sono di questi colori, si può osare con un tocco extra su particolari come il divano, il tappeto, i tendaggi.

Le poltrone di design, grandi protagoniste dell’arredo del soggiorno

Per rendere il soggiorno davvero particolare non è necessario spendere una fortuna, a volte bastano singoli e originali dettagli per dare carattere alla stanza, per esempio poltrone dal design innovativo per gusti esigenti. Se il soggiorno è arredato con mobili lineari e tonalità chiare e pulite, l’elemento che renderà la stanza sui generis potrà essere proprio una poltrona di design, un pezzo unico e diverso. Dovrà essere capace di attirare l’attenzione di chi entra ma anche essere funzionale rispetto alle sua prerogativa principale, ossia quella di offrire una seduta comoda che inviti al relax e alla lettura. Le poltrone di design possono avere forme e colori differenti: saranno scelte secondo il gusto personale di chi arreda ma anche in base al mood generale che si desidera dare alla stanza.